Tindari

 

 


esposizione121


Oltre a tutte le modalità automatiche e la modalità manuale, esistono altre tre modalità, chiamate anche semiautomatiche.
Il nome deriva dal fatto che solitamente è uno solo il parametro, tra i tre del triangolo dell’esposizione, che viene scelto in modo automatico dalla reflex. Vengono indicati dalle sigle P, S (o Tv), A (o Av) sul selettore dei modi di scatto (quello indicato in figura) .
Per selezionare la modalità desiderata basterà girare la rotellina fino a raggiungere la lettera che la contraddistingue.
• P (Program)
I parametri che possiamo modificare da questa sezione possono variare da modello a modello.
Generalmente è possibile modificare solo ISO e bilanciamento del bianco. Personalmente non utilizzo quasi mai questa modalità, ma potrebbe tornare utile nel caso in cui si vogliano scattare delle foto senza prestare troppa attenzione al set-up, ad esempio durante dei viaggi.

• Tv o S (Priorità di tempi)
Questa modalità permette di modificare sia il tempo di scatto che la sensibilità ISO, ma ancora una volta questa non potrebbe essere l’unica soluzione.
Molti modelli adottano una politica diversa sulla selezione degli automatismi. Questa modalità è consigliata nel caso in cui è necessario intervenire sui tempi di scatto (lasciarli decidere alla macchina potrebbe essere rischioso) .
Se, ad esempio, stiamo cercando di scattare delle foto durante eventi sportivi, dove il tempo deve essere necessariamente breve, allora questa modalità potrebbe fare al caso nostro.
• A o Av (priorità di apertura)
In questo caso potremo scegliere manualmente sia ISO che valore del diaframma, mentre la macchina sceglierà automaticamente i tempi di scatto da utilizzare volta per volta.
E’ consigliato nel caso in cui bisogna fare foto rapide ma comunque tenendo sempre la situazione sotto controllo, o nel caso in cui è necessario settare manualmente il valore del diaframma.


Conclusione

Il percorso naturale che ogni aspirante fotografo deve fare è quello di abbandonare presto le modalità completamente automatiche, e passare alle semiautomatiche fino a quando non si sono capiti bene i meccanismi dei vari parametri (questo passaggio può impiegare anche molto tempo), per poi passare alla modalità interamente manuale.
Ma questa è solo un ipotesi, non è detto che tutti debbano seguire la stessa strada. L’importante è impadronirsi del triangolo dell’esposizione, e capire esattamente in ogni situazione quali sono i valori più corretti da utilizzare.


 

 Bilanciamento del Bianco

 

Seguici

Segui questo blog

Ricevi una mail settimanale con tutti i post.

La tua email